Ven. Giu 21st, 2024

Le azioni statunitensi hanno chiuso leggermente in rialzo giovedì dopo un rally nel tardo pomeriggio, segnando tre sessioni positive di fila nonostante un forte calo dei prezzi del petrolio, che ha fatto scendere i titoli energetici.

Giovedì il benchmark S&P 500 ha guadagnato lo 0,1%, anche se il settore energetico dell’indice è sceso di oltre il 2%.

Il greggio Brent, il petrolio di riferimento internazionale, è sceso del 4,6% a 77,42 dollari al barile, il calo più ripido dall’inizio di ottobre. Il titolo statunitense West Texas Intermediate è sceso del 4,9% a 72,90 dollari.

Il Nasdaq Composite, ad alto contenuto tecnologico, ha guadagnato lo 0,1%.

I rendimenti dei titoli del Tesoro sono rimasti più bassi dopo che i dati sulle richieste di disoccupazione di questa mattina hanno alimentato le speranze che il mercato del lavoro statunitense si stesse raffreddando, riducendo la necessità che i tassi di interesse rimangano alti più a lungo. Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è sceso di 0,09 punti percentuali al 4,44%, il livello più basso da settembre.