Mar. Lug 16th, 2024
L'intelligenza artificiale costringe RWS ad apprendere un nuovo vocabolario

A un elenco già lungo di forze dirompenti – cambiamento climatico, contesto macroeconomico, concorrenza e conformità – le aziende devono ora aggiungere l’arma a doppio taglio dell’intelligenza artificiale, scrive Rosie Carr.

Le aziende dei media, del software e della tecnologia sono tutte in prima linea. Anche lo è RWS, uno specialista della traduzione che consente ai clienti e ai loro documenti legali e di proprietà intellettuale di essere compresi ovunque. Negli ultimi anni si è esteso all’analisi dei dati. Ora deve affrontare la sfida dell’intelligenza artificiale a testa alta, cosa che sta facendo con nuove offerte e servizi adattati, come il marchio di formazione sui dati AI TrainAI.

RWS non è estranea agli sconvolgimenti: è stata aggredita da forze dirompenti più e più volte. Un anno fa la situazione si è conclusa quando l’UE ha consentito alle aziende di garantire la protezione brevettuale in più di 20 Stati membri senza dover depositare più brevetti. Prima di ciò, la domanda di traduzioni russe era diminuita in seguito all’invasione dell’Ucraina e la pandemia aveva comportato un forte calo dell’attività di brevettazione.

L’azienda insiste sul fatto che la sua combinazione di tecnologia AI e competenza umana proteggerà i suoi mercati. Ma resta il rischio che l’intelligenza artificiale incida sui suoi ricavi mentre gli innovatori conquistano quote di mercato e cresce la fiducia dei clienti nelle soluzioni dirette di intelligenza artificiale.

Tuttavia, altre aziende potrebbero prendere spunto dal libro di RWS e spiegare agli azionisti come stanno interpretando e integrando l’immenso potenziale dell’intelligenza artificiale generativa e predittiva per assicurarsi di non diventare il nuovo Nokia per l’iPhone di Apple.

ACQUISTA: Eckoh (ECK)

L'azienda di software ha aumentato i ricavi derivanti dai contratti di oltre il 50% lo scorso anno, ma questo dato deve ancora tradursi in cifre sulle entrate, scrive Arthur Sants.

Il software di Eckoh protegge i dettagli di pagamento dei clienti, quindi le aziende non devono preoccuparsi. Quando un cliente inserisce i propri dettagli di pagamento, invece di passare attraverso il rivenditore, viene reindirizzato a inserire i propri dettagli in un portale Eckoh separato. Successivamente verrà gestito il pagamento e i dati verranno archiviati su un computer cloud esterno.

Il vantaggio è che Eckoh utilizza Amazon Web Services e i servizi di cloud computing di Microsoft Azure. Questo è più economico rispetto ai server locali, ma anche le gigantesche società di cloud computing hanno una sicurezza informatica molto migliore.

Questi vantaggi sono chiaramente in risonanza con i clienti. Nell'anno terminato a marzo, il totale degli affari contrattualizzati è aumentato del 52% arrivando a 52,6 milioni di sterline. Ciò è stato trainato dalla forte crescita in Nord America, dove gli affari appaltati sono aumentati del 44% arrivando a 16,8 milioni di dollari.

Date le tempistiche, gran parte di queste nuove attività non sono ancora visibili nella cifra delle entrate ricorrenti annuali (ARR), che sono aumentate solo dell’1%. Tuttavia, se fosse inclusa la nuova attività contrattata, che dovrebbe essere avviata a breve, ciò rappresenterebbe un aumento ARR del 14%.

Questo tasso di crescita, combinato con un margine operativo rettificato del 22,4%, rispetto al 19,9% dello scorso anno, è un segno di un business forte. Qualcosa che si avvicini al 40% se si combina il tasso di crescita con il margine operativo è ciò che gli analisti cercano nelle società di software di alta qualità.

Il broker Peel Hunt attualmente negozia Eckoh con un rapporto prezzo/utili a termine di 17 con un rendimento del flusso di cassa libero a termine del 4%. Sembra economico, soprattutto considerando l’esposizione al mercato statunitense.

VENDITA: RWS (RWS)

Dopo una raffica di avvisi sui profitti, il gruppo specializzato in traduzioni è sulla buona strada per rispettare le previsioni per l'intero anno, scrive Jemma Slingo.

Le azioni di RWS, negoziata con Aim, sono aumentate del 15% dopo la pubblicazione dei risultati provvisori. Gli investitori sono stati chiaramente soddisfatti del fatto che due delle quattro divisioni del gruppo siano tornate a crescere e che il management sia fiducioso di fornire una “performance migliore” nella seconda metà. Dopo una serie di ribassi degli utili, lo specialista di servizi linguistici è sulla buona strada per rispettare le previsioni per l'intero anno, il che implica vendite stabili e un calo del 5% degli utili rettificati.

Tuttavia la RWS è ancora su un terreno instabile. Le vendite totali sono diminuite del 4% a 350 milioni di sterline nei sei mesi fino al 31 marzo e l’utile prima delle imposte rettificato è crollato del 16% a 45,6 milioni di sterline. Gli utili legali – che includono una spesa di 21,5 milioni di sterline per l’ammortamento dei beni immateriali acquisiti – sono stati significativamente inferiori a 17,3 milioni di sterline.

Il flusso di cassa è peggiorato nel periodo, con la conversione in contanti che ha raggiunto solo il 30% rispetto all’85% dell’anno scorso. Il management ha attribuito questo a una performance aziendale più debole, agli investimenti pianificati e ad un “allungamento a breve termine dei giorni dei debitori”. Vale la pena prestare particolare attenzione a quest’ultimo punto, in quanto suggerisce che i clienti hanno difficoltà, o sono riluttanti, a pagare le fatture.

Si prevede che la conversione in contanti ritorni a livelli normali entro la fine dell’anno. Nel frattempo, però, il bilancio ha subito un leggero calo. Precedentemente in contanti netti, il gruppo aveva un debito netto di 38,9 milioni di sterline al 31 marzo, guidato dal pagamento di dividendi e dal riacquisto di azioni proprie. La situazione si è allentata in seguito alla vendita dell'azienda di brevetti PatBase per una somma iniziale di 25 milioni di sterline, ma l'impegno del management ad un dividendo progressivo potrebbe essere messo sotto pressione se la liquidità rimane sfuggente. (Il rendimento da dividendi di RWS è attualmente superiore al 7%).

Le azioni RWS vengono scambiate con un rapporto prezzo/utili a termine di appena sette volte, rispetto a una media di cinque anni di 18. Secondo Investec, questo è il più economico dai tempi del crollo finanziario. Rimaniamo tuttavia cauti nei confronti delle prospettive a lungo termine del gruppo. Le entrate sono ancora in calo in due delle sue divisioni e l’intelligenza artificiale sembra destinata a rivoluzionare i servizi di traduzione nei prossimi anni. Ciò che questo significherà per RWS non è ancora chiaro.

ATTESA: PrimoGruppo (FGP)

L'accesso aperto sta crescendo bene, ma attualmente rappresenta una piccola parte del business, scrive Christopher Akers.

FirstGroup, specialista dei trasporti pubblici, ha aumentato il dividendo dell’intero anno del 45% e ha mantenuto le linee guida per il 2025 nonostante il crescente rischio che i suoi contratti National Rail vengano rinazionalizzati sotto un potenziale governo laburista.

Il partito laburista ha affermato che trasferirà i contratti dalle società di gestione dei treni (TOC) a un nuovo operatore ferroviario statale chiamato Great British Railways “quando scadono nei prossimi anni o se vengono interrotti da operatori che non riescono a consegnare ai passeggeri”.

Ciò suggerisce che i TOC Avanti West Coast, Great Western Railway e South Western Railway di FirstGroup diventeranno di proprietà pubblica al termine dei contratti. Questi TOC hanno generato un utile operativo rettificato di 105,6 milioni di sterline nel 2024, in aumento del 13% su base annua e rappresentando il 52% del profitto rettificato totale a livello aziendale.

Le entrate di First Rail sono scese del 4% a 3,74 miliardi di sterline a causa delle minori entrate garantite dal governo dopo il mancato rinnovo del franchising TransPennine Express nel maggio dello scorso anno, sebbene i viaggi passeggeri degli operatori ferroviari siano aumentati di 10 milioni a 272 milioni. I ricavi derivanti dai servizi ad accesso aperto e aggiuntivi sono aumentati di oltre un quinto a 233 milioni di sterline con un aumento del 23% nei viaggi ad accesso aperto, con un utile operativo rettificato in crescita di un quinto a 37,7 milioni di sterline (gli operatori ad accesso aperto non ricevono finanziamenti dai contribuenti sussidi per le rotte che gestiscono, fissano le proprie tariffe e si assumono tutti i rischi sulle entrate).

La società gestisce due operatori ad accesso libero – Lumo e Hull Trains – e ha piani che potrebbero più che raddoppiare la capacità. Ciò include un nuovo servizio da Londra a Sheffield Hull Trains e un'estensione dei servizi Lumo a Glasgow. Sebbene i profitti derivanti dal libero accesso siano attualmente inferiori a un terzo di quelli derivanti dai contratti TOC, gli analisti di Berenberg sostengono che è qui che “si trova la vera crescita”. FirstGroup sta anche esaminando nuove opportunità nella liberalizzazione dei mercati ferroviari europei.

Nel ramo molto più piccolo di First Bus, i ricavi sono saliti del 12% a 1,01 miliardi di sterline, mentre il volume dei passeggeri è aumentato del 7%. La domanda è stata aiutata da un limite tariffario di £ 2 in Inghilterra e da viaggi gratuiti per i minori di 22 anni in Scozia. L’utile operativo rettificato di First Bus è aumentato del 43% a 83,6 milioni di sterline e il management prevede che la divisione raggiunga l’obiettivo di margine operativo rettificato del 10% nella seconda metà del 2025.

Su base legale, un onere di 147 milioni di sterline relativo all’uscita da due regimi pensionistici del governo locale ha portato alla perdita ante imposte.

Le azioni passano di mano a un prezzo poco impegnativo, 10 volte superiore a quello previsto, degli utili previsti, ma permane una significativa dose di incertezza nonostante le previsioni della società di un “livello normale di compensi variabili” per i suoi TOC, crescita ad accesso aperto e “crescita progressiva” al primo autobus.

Le informazioni contenute in questa sezione non sono destinate a essere utilizzate da alcun lettore per prendere decisioni di investimento. È necessario ottenere una consulenza sugli investimenti indipendente. Il MagicTech Limited non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite subite a seguito di tali decisioni.