Sab. Lug 20th, 2024

Jim Farley ricorda la prima volta che ha visto un Tesla Cybertruck. Ford domina il mercato dei pick-up nordamericano, quindi il suo amministratore delegato era curioso di guardare la concorrenza.

“Penso che il Cybertruck sembri così per una combinazione di molte ragioni, in parte aerodinamiche[dynamics]. . . ma in realtà la maggior parte è finalizzata a ridurre gli investimenti”, ha detto al MagicTech.

L’insolito design angolare ha fatto sì che Tesla potesse realizzare il tetto del Cybertruck da un unico pezzo di metallo, ha detto, piuttosto che investire in una costosa pressa per stampaggio. Ciò ridurrebbe i costi di produzione, ha aggiunto, ma probabilmente ne renderebbe “difficile la scalabilità”.

Elon Musk sembra essere d’accordo. All’inizio di questa settimana, il capo di Tesla ha avvertito di “enormi sfide nel raggiungere la produzione in volumi” del modello, presentato per la prima volta quattro anni fa.

“Questo è semplicemente normale. . . quando hai un prodotto con molte nuove tecnologie o un programma di veicoli nuovi di zecca, ma soprattutto uno che è diverso e avanzato come il Cybertruck”, ha detto agli investitori. “Ci siamo scavati la fossa”.

Il Cybertruck è il primo nuovo veicolo Tesla dopo il Modello Y nel 2020, in un momento in cui i profitti sono diminuiti a causa dei tagli di prezzo su tutta la sua gamma per stimolare la domanda.

Il suo camion semi-trasporto e l’auto sportiva Roadster non sono ancora in produzione, e il previsto Modello 2 a prezzo più basso non è previsto prima del 2026.

Quando il Cybertruck arriverà (le prime consegne sono previste per la fine di novembre) porterà Tesla nella parte più redditizia del mercato automobilistico nordamericano e direttamente in concorrenza con i modelli più redditizi di Ford, General Motors. e Stellantis.

Secondo il fornitore di dati Jato Dynamics, un’auto su cinque venduta negli Stati Uniti e in Canada lo scorso anno era un pick-up. La metà di questi, circa 1,5 milioni di veicoli, erano pick-up “a grandezza naturale”, come il Ford F-150 o il Silverado di Chevrolet, il mercato in cui competerà il Cybertruck.

Anche per gli standard di Tesla, è un veicolo molto atteso – e a lungo ritardato. Quando il Cybertruck è stato presentato nel 2019 con la colonna sonora martellante di Mad Max: Furia Strada, Musk ha detto che Tesla voleva “provare qualcosa di diverso”. La produzione era fissata per il 2021 e i depositi cominciavano ad affluire.

Si ritiene che il design non convenzionale del Cybertruck abbia frenato la produzione © Dylan Stewart/Immagine di Sport/Sipa via Reuters

Poi, all’inizio dell’anno scorso, sono emerse notizie secondo cui gli ingegneri erano alle prese con problemi apparentemente basilari, tra cui le sospensioni, i freni e la tenuta della forma insolita del veicolo contro il rumore esterno.

Tesla all’epoca ha rifiutato di commentare, ma è stato solo quest’anno che ha iniziato a offrire giri dimostrativi in ​​una versione di pre-produzione.

“È una bestia impressionante, ma è una bestia”, ha detto Philippe Houchois, un analista automobilistico di Jefferies che è stato uno dei pochi selezionati per provarla.

Diversi aspetti del design, come le quattro ruote sterzanti che gli consentono di cambiare corsia ad alta velocità in modo molto fluido, sono stati impressionanti, ha affermato. “È molto comodo. Si guida bene.»

Il design non convenzionale, così come la dipendenza di Tesla dalla “fusione” – utilizzando pezzi di metallo stampato invece di fare affidamento su costosi macchinari per la pressatura – una tecnica di produzione che non era stata dimostrata su larga scala quando ha presentato l’auto nel 2019, aveva probabilmente frenato la produzione, ha affermato. disse.

Mettendo in guardia sulle difficoltà di produzione, “Musk ha fatto chiarezza su qualcosa che sospettavamo da molto tempo”, ha detto Houchois al MagicTech questa settimana. “Questo è sempre stato il rischio con qualcosa di così diverso. Basta guardarlo e pensare: è un incubo da produrre”.

Due persone con conoscenza della rete di fornitura dell’azienda hanno affermato che Tesla ha cambiato idea anche su alcuni aspetti tecnici nelle fasi avanzate del processo, il che ha avuto un effetto a catena sui suoi fornitori di componenti. Questo, insieme agli obiettivi di volume che cambiavano quasi settimanalmente, ha aggiunto costi e ritardi al progetto, hanno detto le persone.

Tesla non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Mercoledì è stata anche la prima volta che Musk ha fornito dati sulla produzione prevista di Cybertruck nello stabilimento dell’azienda in Texas. L’obiettivo è di circa 250.000 unità all’anno, anche se Tesla non prevede di raggiungere questo ritmo fino al 2025. Nel frattempo, i preordini ammontano a più di 1 milione.

Ford, in confronto, produce più di 1 milione di pick-up all’anno, includendo anche versioni più piccole.

Tuttavia, se riuscisse a mettere a punto il Cybertruck, il potenziale guadagno per Tesla sarebbe enorme.

Da quando ha lanciato la Model S nel 2012, le vendite di Tesla sono state di berline e SUV. Ma i pick-up lo portano nella vera miniera d’oro del settore.

Presso Stellantis, che possiede i marchi Ram e Jeep, le vendite europee di furgoni e camion statunitensi rappresentano poco meno della metà dei profitti dell’azienda, con margini per veicolo che fanno impallidire quelli delle sue autovetture.

Ford ricava gran parte dei suoi profitti dai pick-up, mentre lo stabilimento del Kentucky che produce il Super Duty è la fabbrica più redditizia dell’intera rete globale della casa automobilistica.

In questo mercato redditizio, la corsa all’elettrificazione è già iniziata. Il camion elettrico F-150 Lightning di Ford parte da 42.000 dollari, mentre General Motors ha lanciato un Hummer elettrico, che parte da 80.000 dollari e pesa quasi cinque tonnellate.

Il Ford F-150 Fulmine © Matt Rourke/AP

Ram ha in programma tre nuovi pick-up elettrici a partire dal prossimo anno e potrebbe portare anche in Europa pick-up elettrici più piccoli, ha detto questa settimana al FT il capo dei veicoli commerciali Jean-Philippe Imparato. Stellantis ritiene di poter raddoppiare i ricavi di autocarri e furgoni in questo decennio.

L’industria ritiene che i veicoli elettrici come il Cybertruck porteranno nuovi clienti sul mercato.

“Oltre il 60% del nostro R1T [pick-up truck] i clienti non hanno mai posseduto un pick-up prima”, ha affermato RJ Scaringe, fondatore della start-up di veicoli elettrici Rivian, sostenuta da Amazon. “Quindi non stiamo solo creando nuovi clienti di veicoli elettrici. Stiamo anche creando nuovi clienti per i camion”.

Il design distintivo di Tesla potrebbe attrarre anche una nuova base di clienti.

“Se insegui il nuovo [truck] clienti, progettate il veicolo in modo molto, molto diverso”, ha dichiarato recentemente Farley al FT. C’è, sostiene, anche un’enorme fascia di persone che guiderebbero volentieri un pick-up ma sono dissuase da alcune associazioni.

“Chi andrà in un country club e si fermerà su un camion in . . . San Francisco?” ha chiesto “Se progetti un veicolo in modo diverso, in realtà ci sono molte persone che vorrebbero possedere un pick-up.”

Un dirigente del settore che ha lavorato sia presso Ford che presso Tesla ha detto del Cybertruck di Musk: “Per quanto sia difficile da realizzare, penso che venderà tutto ciò che potrà produrre”.

Ha aggiunto: “In California, tutti vogliono la cosa più calda e ultima. Sarà il massimo: guardami. Hai il culto di Elon oltre al fatto che è un’auto radicalmente diversa. Attirerà più attrazione che guidare una Lamborghini”.