La City di Londra sta spendendo milioni di sterline per attirare nuovi visitatori, dopo che il numero di lavoratori che tornano nel distretto finanziario della capitale si è bloccato a seguito della pandemia di coronavirus.

L’ente che gestisce lo Square Mile spera di attirare 30.000 persone questo fine settimana a un evento che lancerà il concetto di “Città di destinazione” e includerà spettacoli di teatro e danza, nonché cacce al tesoro intorno alla Cattedrale di St Paul e alla Guildhall.

Secondo Chris Hayward, presidente delle politiche della City of London Corporation, il numero di adesioni nella città si è stabilizzato a meno di due terzi dei livelli pre-pandemia anche nei giorni di “picco” infrasettimanale.

Quindi l’autorità è alla ricerca di modi per riportarlo in vita, con piani per trasformare il distretto finanziario in una destinazione del fine settimana per escursionisti e turisti d’oltremare.

Alcuni degli atti che si esibiranno nella City di Londra questo fine settimana

“L’idea è quella di affrontare la sfida del calpestio post-Covid”, ha affermato Hayward. “Operavamo con circa 540.000 pendolari d’affari che entrano in città al giorno, ma si è stabilizzato nell’ultimo mese circa [at] Dal 60 al 65 per cento di martedì, mercoledì e giovedì”.

“Il venerdì, che è sempre stato il giorno più tranquillo, ora è stato replicato lunedì”, ha aggiunto.

Il calo dell’uso commerciale degli uffici pone una sfida esistenziale per centri finanziari come il City. Minaccia anche le piccole imprese tra cui negozi, pub e ristoranti, che stanno lottando per far fronte alla mancanza di domanda e all’aumento delle bollette energetiche.

Anche prima della pandemia, la città era vista come un mercato di cinque giorni a settimana, il che significava che molti gruppi di ospitalità hanno lottato per coprire i propri costi.

“L’idea è davvero quella di ristabilire la città, ma in una luce leggermente diversa post-Covid”, ha detto Hayward.

“Voglio parlare delle piccole paninoteche, delle caffetterie. . . l’infrastruttura che alimenta le grandi imprese. Come sostituiamo quel calpestio? E il passo che spende soldi”.

Il concetto di “Città di destinazione” della società 24 ore su 24, 7 giorni su 7, mira a promuovere il turismo, in particolare dagli Stati Uniti. Hayward ha affermato che l’iniziativa “aprirà la ricca storia di questa città romana” per “un nuovo capitolo nella vita di Square Mile”.

“I turisti vanno al West End per i teatri, oa Knightsbridge per lo shopping e i musei”, ha aggiunto. «Ma abbiamo uno dei più grandi centri d’arte del Barbican. Avremo questo fantastico nuovo Museo di Londra”, la cui nuova sede sarà aperta nel 2025.

Ma ha ammesso che gli inquilini degli uffici sarebbero sempre stati il ​​fulcro dell’economia della città, aggiungendo che l’obiettivo dell’iniziativa era “non diluire il suo focus come città d’affari, ma integrarlo”.

Riconoscendo che sarebbero stati necessari “spazi di lavoro più collaborativi”, Hayward ha sottolineato la necessità di ricostruire la domanda anche per i suoi uffici, con molte aziende che trovano ancora lavoratori riluttanti a tornare completamente.

“Spero che più aziende incoraggeranno più persone a rientrare in ufficio”, ha affermato, sottolineando l’importanza del tutoraggio e delle esperienze sociali. “Dobbiamo mantenere la città spinta in avanti dalle persone che tornano in ufficio”.

I nuovi piani fanno parte di una strategia più ampia per lo Square Mile incentrata sulla proposta di spostare i suoi tre mercati storici – Smithfield, Spitalfields e Billingsgate – in un nuovo sito di 42 acri a Barking. Gli ultimi due sono stati trasferiti in passato.

Il Comune ha il dovere di fornire attività di scambio di mercato e ha bisogno di un atto del parlamento, da presentare il prossimo mese, per installarli tutti e tre sullo stesso lotto.

I turisti studiano una mappa stradale su larga scala della City di Londra

Hayward ha affermato che la città presenterà domanda per trasformare il sito di Barking in una delle nuove “zone di investimento” del governo, per trarre vantaggio dalla proposta del primo ministro Liz Truss per aree commerciali a bassa tassazione e bassa regolamentazione.

La società si è impegnata a spendere 2 miliardi di sterline in nuovi edifici nel prossimo decennio, tra cui il nuovo quartier generale della polizia, un tribunale in Fleet Street, il nuovo Museo di Londra e un rinnovamento del Barbican Centre.

Ma Hayward ha detto che “con l’inflazione delle costruzioni al 20 per cento”, avrebbe preso in considerazione “abbastanza seriamente . . . lavorare con il settore privato” per realizzare i progetti. “Non deve essere tutto denaro della Corporation.”

Sebbene il calo delle visite non abbia dissuaso sviluppatori e investitori dalla pianificazione e dall’acquisto di nuovi edifici per uffici, Hayward vuole che tutti gli edifici di proprietà della società – che è il più grande detentore della proprietà dello Square Mile – raggiungano lo zero netto entro il 2027 e tutti gli altri edifici in il distretto a fare lo stesso entro il 2040.

Accogliendo favorevolmente il cambio di tono di Truss rispetto a Boris Johnson, Hayward ha affermato che c’è stato “un vero riconoscimento da parte di questo governo del valore della città”. “Il livellamento del resto del paese non può essere a scapito del livellamento di Londra”, ha aggiunto.

“La City di Londra è il segreto meglio custodito di Londra perché tutti la vedono proprio come il luogo degli affari. Siamo alla ricerca di nuovi mercati, di nuovi arrivi, di nuove persone in cui entrare. È la fase successiva nell’evoluzione di [its] 1.000 anni di storia”.