Mar. Lug 16th, 2024
I leader dell'UE progettano una reazione alla diplomazia indipendente di Viktor Orbán

Buongiorno. Mentre i leader dell'UE si aggiravano attorno al summit Nato di Washington, discutendo di ulteriore supporto all'Ucraina e monitorando attentamente la salute del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, stavano anche discutendo sulla giusta risposta alla recente furia diplomatica del premier ungherese Viktor Orbán. Henry ha maggiori informazioni di seguito.

E il nostro capoufficio di Francoforte ci presenta in anteprima un rapporto redatto da esperti economici tedeschi e francesi che hanno qualche idea sul ritardo dell'Unione dei mercati dei capitali.

Caro Viktor

I leader dell'UE stanno elaborando una risposta congiunta alla diplomazia sconsiderata del primo ministro ungherese Viktor Orbán, nel tentativo di tracciare una linea rossa sotto la sua controversa visita a Vladimir Putin che Bruxelles ritiene contraria ai trattati dell'UE. scrive Enrico Foy.

Contesto: Orbán, il leader più filorusso dell'UE, ha ereditato la presidenza di turno semestrale del Consiglio dell'UE il 1° luglio, in gran parte cerimoniale. Quattro giorni dopo, è volato a Mosca e ha discusso con Putin un piano di pace abbozzato, suscitando l'indignazione dei suoi alleati dell'UE e della NATO.

Secondo fonti informate sui dibattiti, a margine del vertice dei leader della NATO tenutosi ieri a Washington, gruppi informali di leader dell'UE hanno discusso di varie idee, tra cui una lettera congiunta a Orbán, in cui esprimevano la loro indignazione e gli chiedevano di porre fine alle sue incursioni non autorizzate in politica estera.

“Basta così”, ha detto una delle persone. “C'è molta irritazione e discussione su come reagire”. Una seconda persona ha detto che un'altra proposta era quella di convocare una riunione speciale dei ministri degli affari dell'UE dedicata esclusivamente ad affrontare le trasgressioni dell'Ungheria.

Tali conversazioni hanno avuto luogo da una parte e dall'altra di un acceso incontro degli ambasciatori dell'UE a Bruxelles, dove la maggioranza ha duramente condannato le azioni di Orbán. La maggior parte ha anche riecheggiato una valutazione legale secondo cui Orbán aveva “messo a repentaglio” gli obiettivi comuni dell'UE e infranto le regole sulla “solidarietà” in politica estera.

Il primo ministro ad interim belga Alexander de Croo, il cui paese ha detenuto la presidenza di turno prima dell’Ungheria, ha dichiarato al MagicTech: “Quando abbiamo fatto il passaggio di consegne, [Orbán] mi ha detto che avrebbe fatto di tutto per garantire continuità e non compromettere i risultati della presidenza belga dell'UE, ed è ovvio che non è quello che sta facendo. Il modo in cui si sta comportando è chiaramente non in linea con i trattati”.

“L'unità è la precondizione per essere forti, per avere influenza. Quando siamo divisi, siamo deboli”, ha detto ieri in un'intervista a Washington Charles Michel, presidente del Consiglio dell'UE, e la persona effettivamente incaricata di parlare a nome dei 27 stati.

“Se c'è un tentativo di dividerci, non è la prima volta”, ha detto Michel. “Dobbiamo assicurarci che gli altri 26 si attengano al [official EU] posizione e non sarebbe divisa da alcun tentativo di instillare dubbi o idee curiose.”

Grafico del giorno: Ahoy

Gli yacht, simboli di ricchezza e opulenza, sono spesso associati a individui accusati di loschi traffici. Questo è un problema per il fiorente commercio di yacht in Italia, scrive Silvia Sciorilli Borrelli.

Iniziali presto

I consulenti economici dei governi francese e tedesco hanno criticato un elemento centrale della languente riforma dei mercati dei capitali dell'UE, proponendo alcune idee accattivanti di loro proprietà, scrive Martino Arnold.

Contesto: i decisori politici europei stanno esaminando i modi per aumentare la profondità dei mercati dei capitali della regione. Dopo oltre un decennio di negoziati lenti, questo progetto, noto come Capital Markets Union, ha acquisito nuovo slancio negli ultimi mesi a causa delle preoccupazioni per la carenza di investimenti e crescita dell'Europa rispetto agli Stati Uniti.

In un rapporto che sarà pubblicato oggi, gli esperti affermano che aiutare le banche a smaltire più prestiti attraverso la cartolarizzazione, un obiettivo centrale dell'Unione dei mercati dei capitali, difficilmente contribuirà a stimolare gli investimenti o la crescita in Europa.

Ulrike Malmendier, membro del Consiglio tedesco degli esperti economici, ha affermato che aumentare la cartolarizzazione “non è ciò di cui abbiamo bisogno in questo momento”, anche se le banche hanno “fatto pressioni così forti” affinché ciò accadesse, aggiungendo che “non stimolerà realmente la crescita o gli investimenti”.

Invece, gli economisti propongono diverse altre politiche, tra cui incoraggiare i bambini a diventare investitori. Il rapporto suggerisce che i conti di investimento dell'UE per i bambini “permetterebbero ai bambini di sperimentare diversi cicli finanziari e comprendere il basso rischio a lungo termine e l'alta ricompensa dell'investimento in azioni”.

Gli esperti raccomandano inoltre di aumentare le dimensioni dei fondi pensione del settore privato e invitano i governi a integrare gli investimenti privati ​​nei fondi di capitale di rischio.

Altre misure includono, tra le altre cose, l'armonizzazione delle leggi dell'UE in materia di insolvenza e il rafforzamento dei poteri dell'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati.

Ma il momento potrebbe non essere ideale, come riconoscono gli stessi esperti, dato che la seconda economia europea sta lottando per formare un governo.

“Certo, la situazione in Francia non rende le cose più facili”, ha detto Malmendier. “Ma ho ancora qualche speranza che possiamo portare più attenzione su questo problema, data l'urgenza della situazione”.

Cosa guardare oggi

  1. Ultimo giorno del vertice dei leader della NATO a Washington, DC.

  2. Informale incontro dei ministri dell'ambiente dell'UE a Budapest.

Ora leggi questi

  • Aspirapolvere elettrico: Il caos post-elettorale in Francia potrebbe ostacolare i progressi su una lunga lista di dossier UE ad alta priorità, mentre il presidente Emmanuel Macron si chiude in se stesso.

  • Copiare la Russia: Avendo urgente bisogno di soldati per sostituire le truppe cadute in guerra, l'Ucraina sta reclutando criminali condannati per il suo esercito.

  • Ancora più a destra: Dopo una rottura con altri partiti, Alternativa per la Germania ha formato un terzo gruppo di estrema destra nel Parlamento europeo.