Sab. Feb 24th, 2024

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

Il primo ministro polacco Donald Tusk si è impegnato a rendere il suo paese il sostenitore “più affidabile” dell’Ucraina, mentre gli alleati occidentali lottano per approvare ulteriore assistenza finanziaria e militare a quasi due anni dall’invasione su vasta scala della Russia.

“È molto importante creare la sensazione che la Polonia sia l’alleato più affidabile e più stabile dell’Ucraina in questo scontro mortale con il male”, ha detto Tusk lunedì durante una visita a Kiev. “Non c’è niente di più importante che sostenere l’Ucraina nel suo sforzo bellico contro l’attacco russo. Questo è assolutamente il numero uno”.

L’attesissimo viaggio del premier polacco arriva dopo che i rapporti con Kiev si sono deteriorati durante l’ultimo anno di mandato del partito nazionalista Diritto e Giustizia (PiS), impegnato in controversie commerciali e reciproche recriminazioni con il governo ucraino. Tusk è entrato in carica il mese scorso promettendo di ricucire le relazioni e di porre la Polonia al centro del processo decisionale dell’UE.

La dimostrazione di sostegno di Tusk è stata accolta con favore dai funzionari ucraini, che hanno chiesto agli alleati dell’UE e degli Stati Uniti di mettere da parte le loro differenze politiche interne e concordare nuovi aiuti finanziari e militari per un valore complessivo di circa 110 miliardi di dollari, mentre la Russia ha intensificato i suoi attacchi aerei sulle città ucraine. .

La Polonia e l’Ucraina sono pronte a finalizzare i colloqui sugli investimenti per la produzione congiunta di munizioni e armi, ha detto Tusk lunedì dopo i colloqui con il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy.

“L’intero mondo libero dovrebbe aiutare l’Ucraina in ogni aspetto perché è il nostro interesse comune”, ha detto in un video diffuso dall’ufficio di Zelenskyj dell’incontro dei due leader. “Non c’è spazio per la simmetria, per la neutralità”.

Zelenskyj ha accolto Tusk come un “buon amico”. “Siamo grati che la Polonia, la vostra società, sia sempre stata al fianco degli ucraini fin dai primi giorni della guerra su vasta scala”, ha detto.

Inizialmente forte alleato dell’Ucraina nel primo anno dell’invasione su vasta scala della Russia, il governo PiS ha cambiato rotta la primavera scorsa e ha adottato una posizione protezionistica per difendere gli agricoltori polacchi e altri settori economici che si sono ribellati alle importazioni e ai servizi ucraini a basso costo.

Nel periodo precedente alle elezioni di ottobre, il presidente polacco Andrzej Duda, candidato al PiS, ha aumentato le tensioni paragonando il paese devastato dalla guerra a una persona che sta annegando e che si aggrappa al suo soccorritore mettendo in pericolo la sua vita.

La visita di Tusk arriva pochi giorni dopo che il suo governo ha negoziato la sospensione del blocco del confine da parte dei camionisti polacchi, sostenuti dagli agricoltori. Ma il Primo Ministro ha indicato che manterrà in vigore un divieto unilaterale di importazione di grano ucraino, che Bruxelles dovrebbe ora consentire alle capitali di imporre quando inondate da importazioni più economiche dall’Ucraina.

Tusk ha promesso di risolvere tutte le controversie rimanenti “nello spirito di amicizia” e di “non mantenerle o moltiplicarle”, secondo una dichiarazione pubblicata sulla piattaforma di social media X.