Mar. Mar 5th, 2024

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

Le autorità russe hanno promesso di ricostruire le case in un villaggio bombardato accidentalmente durante il secondo massiccio bombardamento contro l’Ucraina del nuovo anno.

Il ministero della Difesa di Mosca e i media statali hanno affermato che martedì mattina presto si è verificato uno “scarico anomalo di munizioni per aerei” da parte di un jet russo a Petropavlovka, un villaggio a circa 150 km dal confine ucraino nella regione di Voronezh. È in corso un’indagine sull’incidente, che ha danneggiato nove case, ha aggiunto il ministero.

Gli attacchi di Mosca all’Ucraina si sono spesso rivelati controproducenti e hanno colpito il suo stesso territorio, alimentando la rinascita del meme “bomba Voronezh” sui social media russi che implica un attacco insensato contro un nemico che finisce per ferire l’attaccante.

Prima che le autorità ammettessero ufficialmente la responsabilità dell’incidente, foto e video di Petropavlovka che mostravano un grande cratere nel villaggio, diversi edifici distrutti e detriti sparsi sono stati ampiamente condivisi sui canali Telegram locali all’indomani dell’esplosione.

“Questa è Petropavlovka: la strada è sparita, cazzo. Ed ecco la casa di Yarik. Ciao Yarik, la tua casa non c’è più”, riferisce la voce di un uomo in un post su Telegram mentre il video osserva la parte distrutta del villaggio.

Nessuno è rimasto ucciso durante l’attacco accidentale, ma quattro persone sono state curate per ferite lievi e diversi veicoli sono stati danneggiati, ha scritto sul suo canale Telegram il governatore regionale di Voronezh, Alexander Gusev.

“Ho la situazione a Petropavlovka completamente sotto controllo”, ha aggiunto. Le famiglie che hanno perso la casa sono state trasferite in alloggi temporanei.

L’attacco faceva parte di una raffica di 100 missili e droni contro l’Ucraina settentrionale che ha ucciso cinque persone e ferito più di 120 a Kiev e Kharkiv, secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy.

Funzionari delle Nazioni Unite stimano che quasi 70 ucraini siano stati uccisi e almeno 360 feriti a causa degli attacchi aerei in tutto il paese dal 29 dicembre.

Questa non è la prima volta che il territorio russo viene colpito dalla propria forza aerea da quando il presidente Vladimir Putin ha lanciato l’invasione su vasta scala dell’Ucraina quasi due anni fa.

Lo scorso aprile, un simile “scarico anomalo” da parte di un aereo da guerra russo ha colpito la città di Belgorod, a circa 40 chilometri a nord dell’Ucraina, lasciando un enorme cratere e danneggiando diversi edifici.

Nell’ottobre 2022 un cacciabombardiere si è schiantato contro un edificio residenziale nella città meridionale di Yeysk, provocando un vasto incendio e uccidendo 14 persone durante quello che le autorità russe hanno definito un volo di addestramento.

Pochi giorni dopo, un cacciabombardiere si schiantò contro un edificio residenziale nella città siberiana di Irkutsk. Entrambi i piloti furono uccisi.