Lun. Giu 24th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Buongiorno. Buongiorno. L’uomo armato che ieri sera ha ucciso due persone e ne ha ferito una terza nel centro di Bruxelles, rimane in fuga, in un attacco che il primo ministro belga ha collegato al terrorismo.

Qui, il nostro redattore economico spiega perché gli incontri di oggi potrebbero essere cruciali per trovare finalmente un modo per utilizzare i beni statali congelati della Russia per aiutare l’Ucraina, e il nostro corrispondente per la concorrenza ascolta l’ottimismo di Reynders su ciò che Donald Tusk potrebbe significare per i miliardi bloccati a Bruxelles della Polonia.

Scongelamento

Gli sforzi europei per attingere alle entrate derivanti dagli asset immobilizzati della banca centrale russa hanno ricevuto la scorsa settimana un sostegno di alto profilo da Janet Yellen, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti.

Gli incontri di oggi a Bruxelles e a Lussemburgo dimostreranno se ciò può aiutare a superare le difficoltà legate alla realizzazione dei piani e all’invio del denaro all’Ucraina. scrive Sam Fleming.

Contesto: gli alleati del G7 hanno congelato più di 300 miliardi di dollari nelle riserve della banca centrale russa in seguito all’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia nel febbraio dello scorso anno. La maggior parte di questi asset è bloccata in Europa, sospesa presso Euroclear con sede a Bruxelles, il più grande centro di compensazione del mondo.

Piuttosto che sequestrare i beni, alcuni funzionari hanno sostenuto un prelievo sui profitti in eccesso, o inaspettati, realizzati da Euroclear.

Gli esperti dell’UE si incontreranno oggi a Bruxelles per discutere come portare avanti le cose, dopo il tanto necessario consenso da parte del G7 la scorsa settimana sui piani. I ministri delle Finanze dell’UE terranno oggi colloqui separati con la Yellen a Lussemburgo, durante i quali affronteranno anche la questione.

La scorsa settimana il Belgio ha dichiarato che utilizzerà l’imposta sulle società che già riscuote sui profitti di Euroclear dalle attività russe per creare un fondo da 1,7 miliardi di euro dedicato all’Ucraina.

Mairead McGuinness, commissario per i servizi finanziari, ha dichiarato al FT che la mossa del governo del premier Alexander De Croo è stata “l’inizio di qualcosa di significativo” e che ora spetta agli Stati membri discutere ulteriori passi.

“Dobbiamo far pagare la Russia e questo è l’inizio di quel processo”, ha detto McGuinness.

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire ha dichiarato al FT la scorsa settimana che voleva che gli esperti lavorassero sul piano fino alla fine dell’anno, con la speranza di utilizzare già le entrate delle attività russe l’anno prossimo per sostenere l’Ucraina.

Ma le discussioni rimangono giuridicamente complesse. La Banca Centrale Europea è ancora preoccupata che se l’UE confiscasse i profitti realizzati sulle attività detenute da uno stato estero, altre banche centrali abbandonerebbero le loro attività denominate in euro per paura di subire la stessa sorte – e mettere in pericolo l’intera valuta.

I rappresentanti della BCE parteciperanno oggi alla riunione degli esperti a Bruxelles.

Anche se il G7 ha agito con straordinaria rapidità quando ha congelato i beni russi, raggiungere un accordo per attingere ai proventi sarebbe stato molto più laborioso.

Grafico del giorno: affari rischiosi

Grafico a linee della somma di 4 trimestri delle trascrizioni aziendali con

I diplomatici in pensione si rallegrano: le aziende sono sempre più alla ricerca di esperti che le aiutino a superare i momenti critici politici come l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia, le ricadute in Medio Oriente o le relazioni della Cina con Taiwan.

Uomo dei soldi

L’elezione di un governo pro-UE sotto la guida di Donald Tusk in Polonia offre l’opportunità di sbloccare i negoziati bloccati nel paese Pacchetto di ripresa dalla pandemia da 35,4 miliardi di euroil commissario europeo alla Giustizia racconta Javier Espinoza.

Contesto: i fondi di recupero Covid-19 della Polonia sono bloccati a causa delle obiezioni di Bruxelles secondo cui le riforme giudiziarie attuate dall’attuale governo sono in conflitto con gli standard dell’UE sullo stato di diritto. Tusk, che probabilmente avrà abbastanza voti per sostituire quel governo, ha promesso di ricucire i legami con Bruxelles.

“Se in un prossimo futuro sarà possibile vedere in Polonia riforme che riportino ad un reale rispetto dello stato di diritto, un reale rispetto per il sistema giudiziario, andrà bene”, ha detto Didier Reynders. “E, naturalmente, sarà possibile sbloccare i soldi del piano di ripresa e resilienza”.

“Stiamo guardando i programmi, stiamo guardando i risultati delle elezioni e soprattutto stiamo guardando le riforme”, ha aggiunto.

La vittoria di Tusk – e la prospettiva di progressi sui fondi UE bloccati – ha visto ieri l’indice azionario di riferimento della Polonia balzare del 5,3%. Lo zloty del paese si è apprezzato dell’1,9% rispetto all’euro, mentre i rendimenti del debito sono diminuiti.

A febbraio il parlamento polacco ha approvato una legge volta a soddisfare le richieste di Bruxelles di adeguare la riforma giudiziaria e quindi sbloccare il denaro, ma il presidente del paese Andrzej Duda si è rifiutato di trasformarla in legge. Piccola novità: Duda resterà al potere per i prossimi 10 mesi.

“Siamo aperti con una nuova maggioranza. . . valutare la situazione sulla base delle riforme. Solo quello”, ha detto Reynders. “In modo positivo o negativo, reagiamo solo quando abbiamo una vera riforma sul tavolo”.

Cosa guardare oggi

  1. I leader dell’UE si riuniscono per un consiglio straordinario in videoconferenza per discutere del conflitto Israele-Hamas 17:30.

  2. Ministri delle finanze dell’UE Incontrare nel Lussemburgo.

Ora leggi questi