Gio. Giu 13th, 2024
Russia e Ucraina: due economie in guerra

Bentornato. La nomina dell'economista Andrei Belousov a nuovo ministro della difesa del Cremlino rende questo un buon momento per confrontare le economie russa e ucraina in tempo di guerra. A più di due anni dall’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin, la campagna militare della Russia sembra guadagnare slancio, ma la guerra sta mettendo alla prova la resilienza economica di entrambe le parti tanto quanto le loro tattiche sul campo di battaglia. Sono a [email protected].

Innanzitutto, un po' di pulizia. L'edizione del fine settimana di Europe Express verrà messa in pausa la prossima settimana. Il servizio normale riprenderà sabato 2 giugno.

Cambia il personale russo

Comprensibilmente, la sostituzione da parte di Putin dello storico Sergei Shoigu con Belousov come ministro della Difesa ha attirato i titoli dei giornali. Tuttavia, altri cambiamenti di personale ai livelli più bassi del governo russo meritavano uguale attenzione. Un’analisi del FT ha menzionato la più importante di queste: la nomina di Denis Manturov a primo vice primo ministro con il compito di supervisionare il settore industriale della difesa.

Per preziosi approfondimenti sulla promozione di Manturov, vedere Questo articolo di Vladimir Milov, un economista russo in esilio che prestò servizio nel governo due decenni fa durante la prima presidenza di Putin. Milov sottolinea i legami di Manturov con Sergei Chemezov, un oligarca che fu collega di Putin negli anni '80, quando il futuro presidente era un agente del KGB nell'ex Germania dell'Est.

Da sinistra, l'amministratore delegato della Rostec Corporation Sergei Chemezov, il ministro della difesa Andrei Belousov, il primo vice primo ministro Denis Manturov e il vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev si incontrano mercoledì a Mosca © AP

Chemezov ora gestisce Rostec, un conglomerato della difesa. È sorprendente che Putin abbia tenuto un incontro al Cremlino con lui e Manturov poco prima del rimpasto di governo. Milov commenta:

Si tratta di un segnale molto chiaro agli addetti ai lavori del sistema governativo: Putin ha individuato in Manturov una figura chiave nel nuovo governo, con poteri quasi pari a quelli del [prime minister Mikhail] Mishustin, e ha dimostrato che Manturov ha l’appoggio di Chemezov, l’oligarca più potente che ha beneficiato direttamente della guerra.

Milov conclude:

In generale, il governo appena nominato sembra molto più controllato [the] poteri oligarchici degli amici di Putin rispetto alla precedente versione del governo di Mishustin.

Funzionari arrestati con l'accusa di corruzione

La destituzione di Shoigu è coincisa con l'arresto, avvenuto lo scorso mese, di due alti funzionari della difesa con l'accusa di corruzione. Il primo è stato Timur Ivanov, un viceministro della difesa strettamente associato al mandato di Shoigu alla guida del ministero per 12 anni.

Il secondo era Yuri Kuznetsov, capo della direzione principale del personale del ministero. Le forze dell'ordine hanno fatto irruzione nella sua casa e, secondo i rapporti russi, hanno scoperto rubli, valuta estera, monete d'oro, orologi da collezione e oggetti di lusso per un valore di 1 milione di dollari.

Questi presunti casi di corruzione vengono alla luce in un momento in cui la spesa per la difesa russa è in forte espansione. La nomina di Belousov può quindi indicare che “Putin è seriamente preoccupato per i livelli di corruzione e l’uso improprio dei fondi all’interno dell’esercito russo”, secondo gli analisti dell’Istituto statunitense per lo studio della guerra.

Putin ha detto martedì che la sua promozione di Belousov è stata “legata non da ultimo all’aumento delle spese in questioni militari”. Ha stimato che la spesa statale per la difesa e la sicurezza ammonta ora all’8,7% del PIL.

Tutto sommato, la nomina di Belousov faceva parte di una spinta per controlli più forti sulla spesa militare e una migliore integrazione delle aree civili e militari dell'economia, il tutto finalizzato a un miglioramento delle prestazioni belliche. Ciò sottolinea l’intenzione di Putin secondo cui le forze russe dovrebbero combattere per tutto il tempo necessario per raggiungere i suoi obiettivi di smembramento dello Stato ucraino e distruzione dell’identità ucraina.

L’industria degli armamenti dà impulso ad alcune regioni russe

Come dovremmo misurare la performance economica della Russia? Tutti i commentatori, russi e occidentali, sottolineano l’accelerazione della militarizzazione dell’economia, ma l’impatto delle sanzioni statunitensi ed europee è controverso. Elina Ribarova ha scritto questo mese per il FT:

La Russia ora vanta 6.000 imprese militare-industriali, un notevole aumento rispetto al numero prebellico di meno di 2.000. Queste strutture impiegano collettivamente oltre 3,5 milioni di persone che operano 24 ore su 24, con tre turni e settimane lavorative di sei giorni che diventano la norma.

Particolarmente degno di nota è che le regioni che beneficiano maggiormente della guerra non sono quelle ricche di risorse minerarie, ma quelle legate all’industria degli armamenti. Ekaterina Kurbangaleeva, scrivendo per la Carnegie Politika, spiega:

Si tratta di territori con notevoli risorse di costruzione di macchinari che hanno visto una valanga di fondi di bilancio arrivare da ordini di difesa statale. Anche le industrie correlate, come la produzione alimentare, l’abbigliamento e le calzature, hanno beneficiato notevolmente.

La Cina aiuta

La Cina svolge un ruolo economico indispensabile nel sostenere lo sforzo bellico della Russia. Prima della visita di Putin a Pechino questa settimana, Joe Leahy, Kai Waluszewski e Max Seddon del FT hanno scritto:

L’anno scorso il commercio bilaterale è stato di 240 miliardi di dollari, in crescita del 26% rispetto all’anno precedente, secondo le dogane cinesi, con la Cina che ha spedito merci che vanno dalle automobili e dai macchinari industriali agli smartphone e ha acquistato miliardi di dollari di esportazioni di energia russa.

Uova e tassi di interesse

Naturalmente, ai politici occidentali piace attirare l’attenzione sulle carenze dell’economia russa. Sul sito web del servizio di politica estera dell'UE, sosteneva un commento il mese scorso che lo sforzo bellico stava mettendo sotto pressione le famiglie russe medie, un esempio è l’aumento del 40% del prezzo delle uova nel 2023.

Se questo sembra un dettaglio di poco conto, il blog ha fatto un argomento più serio sottolineando che la Russia tasso di interesse principale si attesta al 16%, circa il doppio dell’inflazione annua. Ciò sottolinea che la banca centrale è preoccupata per il surriscaldamento derivante dallo sforzo di militarizzazione.

Il blog dell’UE sostiene inoltre che un boom di oltre il 20% nella spesa per investimenti dal 2022 è in realtà un segno di difficoltà economiche:

Questo aumento delle spese di investimento riflette principalmente il forte aumento del prezzo dei beni strumentali che la Russia riesce ancora a importare.

A mio avviso, ecco la migliore sintesi dell’economia russa in tempo di guerra e dell’impatto delle sanzioni Questo articolo di Alessandra Prokopenko:

Ogni giorno la Russia resta sempre più indietro dal punto di vista tecnologico. Ogni giorno la sua economia diventa meno competitiva. E ogni giorno, il blocco economico [of professional policymakers] continua a gestire gli effetti dannosi delle nuove sfide con un mix di acume di mercato e una discreta esperienza nel ripulire il caos lasciato dalle disavventure della politica estera del Cremlino.

Le perdite dell'Ucraina e il disegno di legge di recupero

E l'Ucraina? Una cosa è certa: le autorità di Kiev utilizzano con entusiasmo le ultime tecnologie per difendere il loro Stato e affermare la propria identità separata dalla Russia.

Un esempio accattivante è l'introduzione di un portavoce generato dall'intelligenza artificiale per il Ministero degli Esteri ucraino. “Lei” si chiama Victoria Shi: il cognome è un'abbreviazione delle parole ucraine per AI.

Un utile riassunto dell'economia ucraina in tempo di guerra appare in questo blog dalla banca centrale finlandese. Si stima che il PIL dell’Ucraina sia crollato di circa il 29% nel 2022, prima di riprendersi leggermente lo scorso anno. Si prevede che la crescita del PIL sarà del 4,3% quest’anno e del 5,4% nel 2025 (altre stime sono inferiori).

Grafico a linee del PIL dell'Ucraina (4° trimestre 2021 = 100) che mostra che la guerra ha gravemente danneggiato l'economia ucraina

È chiaro che le devastazioni della guerra hanno colpito l’Ucraina molto più duramente della Russia, e gli aiuti finanziari e militari occidentali su larga scala sono essenziali per mantenere a galla l’economia ucraina. La Banca Mondiale afferma che il conto per la ricostruzione e il recupero dell'Ucraina ammonterà a 486 miliardi di dollari nel decennio successivo.

Un ponte di nuova costruzione che collega Irpin e Bucha in Ucraina, accanto al ponte distrutto di Irpin che sostituisce.  Una parte di esso è conservata come monumento ai caduti
Un ponte di nuova costruzione che collega Irpin e Bucha in Ucraina, accanto al ponte distrutto di Irpin che sostituisce. Una parte di esso è conservata come monumento ai caduti © Bloomberg

L’importantissimo settore agricolo

Gli attacchi missilistici e droni sempre più intensi della Russia contro le infrastrutture energetiche e di trasporto dell’Ucraina colpiscono uno dei principali punti di forza dell’economia: il suo ruolo di uno dei maggiori produttori ed esportatori agricoli del mondo. Secondo questo rapporto di S&P Global Commodity Insightsle strutture portuali nella regione di Odessa hanno subito danni considerevoli, ma l'Ucraina dovrebbe essere in grado di mantenere le esportazioni di grano.

D’altro canto, lo sforzo bellico dell’Ucraina continua a essere ostacolato dai freni dell’UE sulle esportazioni alimentari ucraine. Come osserva Alan Beattie del FT, ciò dimostra quanto sarà difficile accogliere l’Ucraina come futuro membro, senza cambiamenti di vasta portata nei metodi dell’UE di sovvenzionamento dell’agricoltura e di finanziamento dello sviluppo regionale nei paesi a basso reddito.

Un altro problema nel settore agricolo, delineato in Questo articolo nell’Economist, è l’evasione fiscale. Cita Taras Kachka, viceministro dell'agricoltura ucraino, che afferma che due tonnellate su cinque di raccolto di grano contribuiscono ora poco o niente alle entrate statali.

Lotte di potere

Il mio ultimo punto è che, proprio come la Russia, l’Ucraina ha recentemente effettuato un rimpasto di governo, ma in modi che hanno suscitato preoccupazione tra i suoi sostenitori occidentali. La destituzione di Oleksandr Kubrakov dalla carica di ministro responsabile delle infrastrutture e della ricostruzione era visto come un brutto segnoperché era a favore della trasparenza e della stretta cooperazione con gli alleati occidentali dell'Ucraina, secondo Josh Rudolph, scrivendo per il Fondo Marshall tedesco degli Stati Uniti.

Questo episodio ha ricordato che la guerra dell’Ucraina contro la Russia deve andare di pari passo con uno sforzo non meno determinato per sradicare la corruzione in patria e liberarsi dell’immagine post-1991 di paese non riformabile – un’immagine che si adatta perfettamente agli interessi del Cremlino.

Maggiori informazioni su questo argomento

Il bilancio dell'Ucraina per il 2024 — an analisi di Daniil Monin per il Kennan Institute

Le scelte della settimana di Tony

  • L'Iran si sta preparando attentamente per l'eventuale nomina di un successore dell'ayatollah Ali Khameini, leader supremo della repubblica islamica, riferisce da Teheran Najmeh Bozorgmehr del FT

  • Gli interessi dell'Europa sono più intrecciati Taiwan e la sua sicurezza di quanto suggerirebbe la mancanza di vicinanza geografica, scrivono Niklas Swanström, Agust Börjesson e Yi-Chieh Chen per l'Institute for Security & Development Policy con sede a Stoccolma