Sab. Lug 20th, 2024
Un palmare Xbox potrebbe essere il concorrente di Nintendo Switch di cui abbiamo bisogno

La continua popolarità di Nintendo Switch ha praticamente mantenuto vivi e vegeti i giochi portatili dedicati, al punto che le persone sono già entusiaste del suo presunto successore. Allo stesso tempo, l'arrivo di numerosi altri dispositivi di gioco portatili di importanti marchi come Valve, ASUS, Lenovo e altri hanno assicurato che le persone abbiano più opzioni tra cui scegliere in termini di hardware.

Forse a parte Steam Deck, però, si potrebbe dire che Switch non ha quel vero rivale a cui viene costantemente paragonato, a differenza dei vecchi tempi in cui dispositivi come PSP e PS Vita (il Portale PS non conta davvero ) erano abbastanza grandi e popolari da sfidare titoli del calibro di Nintendo DS e 3DS. Certo, le configurazioni hardware di ROG Ally e Lenovo Legion superano lo Switch in molti modi, ma mancano di una certa atmosfera da “nome familiare”.

Voci dalla casa di Microsoft

È qui che entra in gioco Microsoft: ha sicuramente le risorse per realizzare un progetto del genere e l'eredità di Xbox nel settore dei giochi parla da sola, che ti piaccia o no. IOÈ interessante notare che il marchio di punta di Microsoft deve ancora produrre un palmare dedicato al gioco, anche se ci sono voci secondo cui tutto ciò potrebbe cambiare presto. In un'intervista con Polygon, il capo di Xbox Phil Spencer ha affermato che il team hardware di Xbox sta considerando “diversi fattori di forma hardware” per quanto riguarda i futuri prodotti Xbox, il che suggerisce la possibilità di un dispositivo portatile.

LEGGI: ​​Phil Spencer: “Voglio che il mio Lenovo Legion Go sembri una Xbox”

Non sorprende che Spencer abbia affermato di aver utilizzato l'attuale raccolta di dispositivi portatili tra cui ROG Ally, Lenovo Legion Go e Steam Deck, anche se mancavano quella sensazione unica di Xbox. Alcuni potrebbero interpretare questa affermazione come il desiderio di portare l'esperienza Xbox in un fattore di forma più tascabile, ma come dovrebbe procedere Microsoft per raggiungere questo obiettivo? È chiaro che la tecnologia attuale ora consente giochi di qualità console in movimento, anche se un'esperienza Xbox portatile potrebbe significare più di un semplice dispositivo portatile.

Seguendo la strada dell'hardware

Se il team hardware Xbox dovesse optare per una vera Xbox portatile (o forse anche portatile ibrida), allora dovrebbe apportare modifiche ponderate per quanto riguarda l'interfaccia utente, che idealmente sarebbe adattata per un display più piccolo. Per chi gioca su Nintendo Switch, il modo in cui la console semplicemente riduce o aumenta le dimensioni dell'interfaccia utente quando si passa dalla modalità portatile a quella docked è abbastanza efficace, anche se un po' basilare. Data l'interfaccia utente Xbox più complessa, potrebbe essere necessaria un po' più di sperimentazione per ottenere questo aspetto corretto.

“…una Xbox portatile con un chip Snapdragon personalizzato sarebbe fantastica da vedere”

C'è anche la questione dell'hardware: gli sforzi di Qualcomm con la tecnologia ARM hanno prodotto risultati impressionanti e promettenti, come dimostrato dai suoi SoC di punta Snapdragon. Parlando dal punto di vista di un utente finale, una Xbox portatile con un chip Snapdragon personalizzato sarebbe sorprendente da vedere e, dato il giusto prezzo, potrebbe essere sufficiente per competere efficacemente con Nintendo Switch, non solo sulla base delle prestazioni, ma in termini di prestazioni. anche in termini di branding.

Inoltre, una Xbox portatile richiederebbe anche un aspetto distinto del fattore di forma, che dovrebbe sembrare abbastanza organico da adattarsi al resto del marchio Xbox, nello stesso modo in cui ROG Ally sembra un dispositivo ROG, Switch Lite con il suo caratteristico look Nintendo e così via.

L'approccio software

Nell'intervista di cui abbiamo parlato prima, Spencer ha anche notato come un'esperienza Xbox portatile potrebbe invece assumere la forma di una soluzione basata su software, come un'app dedicata o un'interfaccia utente. A partire da questo momento, tecnicamente tu Potere ad esempio, gioca a giochi selezionati tramite l'app Xbox Cloud sul tuo telefono Android, anche se questo si basa principalmente sullo streaming dei tuoi titoli tramite una connessione Internet.

LEGGI: ​​Microsoft affronta finalmente le voci sul futuro di Xbox

Un altro approccio basato sul software sarebbe se Microsoft aprisse l'accesso alla sua libreria Xbox e in qualche modo escogitasse un modo per rendere i suoi giochi riproducibili in modo nativo sui sistemi esistenti, anche se ciò richiederà una notevole quantità di tempo e sforzi per garantire una compatibilità perfetta. Microsoft offre una serie di giochi nell'ambito del suo programma “Play Anywhere”, consentendo agli utenti di acquistare giochi Xbox e riprodurli su un dispositivo Windows 10/11, anche se torniamo ancora una volta alla necessità di un'interfaccia utente e/o un'app dedicata.

Pensieri finali

Forse sto solo divagando qui, ma come persona che ha trascorso molto tempo giocando su dispositivi portatili, inclusi quelli di Sony e Nintendo, una Xbox portatile non è qualcosa di cui farsi beffe – certo, potrebbe essere un sogno irrealizzabile per molti , o potrebbe addirittura trasformarsi in qualcosa che nessuno si aspettava assolutamente (ciao di nuovo, PlayStation Portal). Ma un palmare dedicato di Microsoft è atteso da tempo, e se i commenti di Phil Spencer sono un assaggio di questo sforzo, allora andrò a braccia aperte.