Ven. Mar 1st, 2024
I membri della United Auto Workers si uniscono al picchetto a Detroit a settembre
La United Auto Workers ha ottenuto grandi aumenti salariali e altri benefici da Ford, General Motors e Stellantis all’inizio di questo mese dopo uno sciopero di sei settimane ©Paul Sancya/AP

La United Auto Workers ha svelato i piani per provare a sindacalizzare quasi 150.000 dipendenti in 13 case automobilistiche con stabilimenti non sindacalizzati negli Stati Uniti, con l’obiettivo di cogliere lo slancio dopo aver ottenuto importanti concessioni contrattuali dai tre grandi produttori di Detroit.

Mercoledì l’UAW ha lanciato una campagna per organizzare gli stabilimenti statunitensi gestiti da BMW, Honda, Hyundai, Lucid, Mazda, Mercedes, Nissan, Rivian, Subaru, Tesla, Toyota, Volkswagen e Volvo.

Il sindacato ha strappato grandi aumenti salariali e altri benefici a Ford, General Motors e Stellantis all’inizio di questo mese, dopo uno sciopero di sei settimane contro le società.

La natura pubblica della campagna è insolita, poiché gli organizzatori normalmente lavorano in segreto per ottenere il sostegno dei lavoratori di ogni stabilimento.