Il Regno Unito inizierà a testare la tecnologia Starlink di Elon Musk nel suo primo test di satelliti collegati al web per aiutare a soddisfare l’ambizione del governo di fornire Internet ultraveloce a tutte le case del paese.

I primi satelliti Starlink saranno schierati per fornire connettività ad alcuni siti isolati specifici, tra cui un’abbazia del 12° secolo nel North York Moors National Park e operazioni di salvataggio nel Lake District e nel Parco nazionale di Snowdonia, secondo un annuncio del governo mercoledì .

Il governo ha scelto di utilizzare Starlink, una costellazione di satelliti gestita dalla società SpaceX dell’imprenditore miliardario, invece del pioniere britannico della banda larga satellitare OneWeb, che ha salvato dal fallimento nel 2020 con un controverso investimento di 500 milioni di dollari.

Mentre i governi di tutto il mondo sono alle prese con il modo di fornire connettività a banda larga ultraveloce alle loro popolazioni in luoghi rurali e geograficamente difficili da raggiungere, molti hanno scelto di implementare i satelliti invece di fare il costoso investimento per espandere le loro reti in fibra terrestre.

Starlink è stato scelto principalmente per la sua disponibilità e il basso costo, ha affermato il governo, sebbene abbia aggiunto di non aver chiuso la porta all’utilizzo di altri fornitori e distributori, incluso OneWeb, nelle future prove satellitari.

L’annuncio è una prima indicazione che il governo del primo ministro Rishi Sunak sta esaminando seriamente i modi per migliorare l’accesso a Internet veloce e affidabile per affrontare il divario digitale e raggiungere l’obiettivo di fornire un’infrastruttura a banda larga con capacità gigabit al 99% dei locali entro il 2030 .

“La banda larga ad alta velocità trasmessa sulla terra dallo spazio potrebbe essere la risposta ai problemi di connettività subiti dalle persone nei locali bloccati nella corsia lenta digitale”, ha affermato la segretaria digitale Michelle Donelan.

“Garantire che tutti possano ottenere una connessione Internet di qualità è fondamentale per i nostri piani di livellamento e queste prove mirano a trovare una soluzione al costo proibitivo di stendere i cavi in ​​luoghi remoti”.

Il governo conservatore ha stanziato 5 miliardi di sterline come parte del suo programma di sovvenzioni Project Gigabit introdotto lo scorso anno per raggiungere l’ultimo 20% del Regno Unito senza accesso alla banda larga ultraveloce, ma è stato criticato dall’industria per non aver implementato la maggior parte del capitale.

Il governo ha anche annunciato mercoledì di aver assegnato il suo più grande contratto Project Gigabit fino ad oggi, che fornirà 108 milioni di sterline al fornitore di fibre ottiche Fibrus con sede nell’Irlanda del Nord per collegare fino a 60.000 sedi rurali in Cumbria alla banda larga gigabit.

Una volta completati i progetti pilota di Starlink, il governo ha affermato che valuterà la fattibilità dell’utilizzo della tecnologia satellitare per collegare tutte le case e le attività commerciali remote in tutto il Regno Unito, comprese quelle in luoghi estremi come regioni montuose o piccole isole.

Starlink e OneWeb sono solo due delle poche società che gestiscono servizi di comunicazione ad alta velocità da Low Earth Orbit, dove i satelliti viaggiano intorno al globo a un’altitudine compresa tra 550 km e 1.000 km.

Starlink e OneWeb sono stati contattati per un commento.