Grecia Fuori dall’Euro: Bce smentisce


Grecia Fuori dall’Euro: Bce smentisce La situazione congiunturale greca e’ ormai alle battute finali per quanto riguarda la permanenza della Grecia nell’Euro, o almeno cosi’ si vocifera. La politica autolesionista e dissennata della Germania che assurdamente si ritiene al riparo dalle conseguenze di un eventuale default greco, sta accelerando il processo, forse irreversibile, che potrebbe veramente condurre all’uscita dall’Unione Europea.

grecia fuori euro

Molti economisti, certamente piu’ saggi di Merkel e compagni, sono giustamente preoccupati dello scossone che subira’ l’intero impianto del Vecchio Continente e delle conseguenze che inevitabilmente contribuiranno ad acutizzare le insofferenze reciproche anche tra gli altri Paesi membri.

Al di la’ di ogni effetto catastrofico, comunque possibile, la situazione attuale o solo l’ipotesi di essa, serve a mettere in evidenza le storture di un sistema europeo nato su basi fragili e che si poggia sostanzialmente su una comunione di interenti economici, senza un substrato di interessi comuni e valori democratici e politici da condividere e preservare.

Peccato! non era difficile, bastava copiare dalle altre federazioni, Usa in primis.

Il Commissario europeo Karel De Gucht in una intervista avrebbe affermato che il rischio di un effetto domino che poteva preoccupare qualche anno fa ora e’ minore, visto che sono stati allertati meccanismi per prevedere e attenuare l’impatto in caso un Paese (leggi Grecia) possa non farcela a restare nell’euro.

Comunque e’ convincimento generale che non ci sara’ un’uscita ufficiale, ma che semplicemente la Grecia non riuscira’ a rispettare gli impegni presi e la Ue non vorra’ piu’ sostenerla. Resta il fatto che se la Grecia dovesse veramente uscire dall’euro, tutta l’Europa avrebbe perso e probabilmente sarebbe la fine dell’Unione Europea, un’unione che non riesce neppure a sostenere un membro che incide, come e’ stato ripetuto in questi giorni, per meno del 2 percento.


Ricerca personalizzata
 
Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.