Privacy: Apple come Google indagata dalla UE per iPhone e iPad


Apple, per voce del suo Ceo Steve Jobs, ammette di aver involontariamente tracciato gli spostamenti degli utenti dei suoi iPhone e iPad utilizzando le tecnologie delle reti a cui tali dispositivi si appoggiano. Il problema e’ che i dati, oltre che rilevati, vengono anche conservati in un file presente nei singoli dispositivi, peraltro non criptato.

privacy iPhone iPad

Come era avvenuto per Google Street View l’Autorita’ dell’UE sulla Privacy ha avviato un’investigazione per accertare eventuali responsabilita’ nella raccolta ‘accidentale’ di dati sensibili da parte dei dispositivi di Apple, cosi’ come aveva fatto in precedenza per i dati raccolti dalle famose Google cars.

Infatti come alcuni osservatori hanno fatto notare, alcuni fattori in materia di privacy, che hanno scarso rilievo per gli americani, possono invece avere rilevanza secondo le normative europee che tutelano la riservatezza dei dati personali.

privacy iphone

Comunque Jobs nel precisare che l’azienda non ha mai raccolto intenzionalmente dati sensibili e che comunque non intende sfruttare i dati conservati nei file degli iPhone e iPad e censiti in una banca dati, ha anche detto che verra’ prossimamente modificato il relativo software.


Ricerca personalizzata
 
Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.